5 ottobre 2016: Serata apertura A/S


La Presidentessa Maria Grazia Silvestri

La Presidentessa Maria Grazia Silvestri

Mercoledì 5 ottobre presso le Gallerie Estensi di Modena la Presidente Maria Grazia Silvestri ha inaugurato l’anno soroptimista modenese.

Alla presenza di Carla Zanfrà e di Adriana Macchi, la Direttrice delle Gallerie Martina Bagnoli ha parlato del loro futuro ottimistico, accogliendo le socie e gli ospitinelle sale dove è allestito uno dei soli venti Musei Nazionali di Italia.

E’ stato così possibile vivere per una sera nelle Gallerie, condividendo la bellezza delle opere d’arte, la cena e ascoltando la Direttrice, che ha spiegato cosa vuole dire futuro per un luogo così carico di passato.

Il futuro del museo è nella sua possibilità di diventare luogo di vita e ciò sarà possibile anche grazie al Soroptimist, che sostiene un corso di formazione per insegnanti finalizzato alla conoscenza delle opere d’arte e alla loro fruibilità in ambito didattico.

Dagli insegnanti formati prenderà vita la visita alla quadreria di una buona parte degli studenti del territorio, che permetterà a questo luogo di diventare patrimonio vivo della cittadinanza,centro di pensiero e di scambio di idee.

Forte della sua esperienza internazionale, la Direttrice ha aperto le sue sale alla serata di apertura del Soroptimist, per realizzare proprio questo intento e realmente la serata è stata arricchita non solo dall’atmosfera privilegiata del contesto, ma soprattutto dalla volontà di intervenire personalmente nel dialogo che ogni opera d’arte vera costantemente provoca intorno a sé.

Non solo visite e sguardo alle opere, ma dialogo, confronto, vita di parole e pensiero in un luogo di tutti che dovrà ospitare il maggior numero possibile di giovani.

Il Progetto “conoscere le Gallerie Estensi” si caratterizza quindi non solo per la valenza educativa e formativa in ambito territoriale, ma anche per l’idea di apertura moderna e propositiva dei luoghi artistici, che possono vivere il nostro tempo quando sono occasione di sinergia tra realtà complementari, come il Comune, il Ministero e il Soroptimist.